Gli antidepressivi aumentano il rischio di diabete di tipo 2?

Le donne che assumono farmaci antidepressivi sembrerebbero più esposte al rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.

Le donne che assumono farmaci antidepressivi sembrerebbero più esposte al rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 rispetto a quante non ne fanno uso, indipendentemente dalla gravità dei sintomi depressivi. È quanto emerge da uno studio di coorte francese pubblicato sulla rivista Diabetic Medicine.

«Anche se la nostra ricerca ha concluso che l’uso di antidepressivi è associato a un maggior rischio di diabete di tipo 2, studi longitudinali non hanno trovato alcuna associazione tra l’uso di questi farmaci e la variazione dei livelli di glucosio nel tempo» ha affermato il primo autore dello studio Marine Azevedo Da Silva dell’Institute for Health and Social Policy della McGill University di Montreal. «La questione resta dunque aperta e richiede ulteriori valutazioni che possano tenere conto dell’evoluzione nel tempo dell’uso di diverse classi di antidepressivi».

Uno studio di coorte longitudinale
I ricercatori hanno analizzato i dati di 64mila donne (età media, 64 anni) senza diabete di tipo 2 al basale che partecipavano allo studio francese E3N (Étude Épidémiologique de Femmes de la Mutuelle Générale de l’Éducation Nationale), avviato nel 1990 e con un follow-up basato su questionari somministrati alle partecipanti ogni 2 o 3 anni. Hanno valutato l’esposizione agli antidepressivi e i casi di diabete di tipo 2 di nuova insorgenza durante un follow-up mediano di 6,4 anni (2005-2011), abbinando ai questionari i dati sul rimborso dei farmaci, disponibili a partire dal 2004.

All’interno della coorte il 26% delle donne (16.779) aveva fatto uso di antidepressivi almeno una volta e in 1.124 avevano sviluppato il diabete di tipo 2 nel corso di 6 anni di follow-up. Il ricorso abituale agli antidepressivi era associato a un aumento del 34% del rischio di diventare diabetiche rispetto a quante non facevano uso di questi farmaci (HR = 1,34).

Nelle analisi stratificate per tipologia di antidepressivo, il rischio di diabete di tipo 2 variava rispetto ai non utilizzatori. Le donne che utilizzavano gli inibitori selettivi del reuptake della serotonina (SSRI) avevano il 25% in più di probabilità di sviluppare la malattia rispetto ai non utilizzatori (HR = 1,25), un rischio che era più elevato in quante assumevano antidepressivi tipo imipramina (HR = 1,66), altri antidepressivi (HR = 1,35) o antidepressivi misti (HR = 1,82).

Secondo i ricercatori, i rischi sono stati solo leggermente mitigati dopo aver preso in considerazione le informazioni relative all’indice di massa corporea.

«In questo studio su oltre 60mila donne seguite per 6 anni abbiamo osservato un rischio più elevato di sviluppare il di diabete di tipo 2 associato all’uso di un qualsiasi antidepressivo. Le donne che attualmente fanno ricorso a questi farmaci hanno un rischio del 34% maggiore di diventare diabetiche rispetto alle non utilizzatrici» hanno concluso gli autori.

Se questa associazione dovesse essere confermata, nel contesto della terapia antidepressiva bisognerebbe considerare lo screening e il monitoraggio dei livelli di glucosio dei pazienti.

Un precedente studio retrospettivo giapponese
Anche un ampio studio di coorte retrospettivo condotto in Giappone e pubblicato su Diabetes Care lo scorso marzo era giunto a simili conclusioni. Le premesse erano i recenti dubbi sulla possibilità che gli antidepressivi influenzassero negativamente il metabolismo del glucosio, anche perché alcuni di questi farmaci inducono un aumento significativo del peso che può contribuire all’insulino-resistenza.

Valutando l’associazione tra il rischio di diabete di tipo 2 di nuova insorgenza e la durata/dose dell’uso di antidepressivi, i ricercatori hanno rilevato che il loro impiego a lungo termine aumentava il rischio di insorgenza del diabete di tipo 2 in modo dipendente dal tempo e dalla dose, mentre la tolleranza al glucosio migliorava alla sospensione della terapia o con la riduzione della dose dopo l’insorgenza del diabete.

Davide Cavaleri

fonte: Pharmastar

Bibliografia
Azevedo Da Silva M et al. Increased risk of type 2 diabetes in antidepressant users: evidence from a 6year longitudinal study in the E3N cohort. Diabetic Medicine · June 2020.

fonte:

Pharmastar

FAND Milano

L'associazione diabetici che è sempre al tuo fianco...

Le Ultime Notizie

Gli Ultimi Eventi

Seguici su Facebook

This message is only visible to admins:
Unable to display Facebook posts

Error: Error validating access token: The session has been invalidated because the user changed their password or Facebook has changed the session for security reasons.
Type: OAuthException
Code: 190
Subcode: 460
Click here to Troubleshoot.

Iscriviti alla Newsletter

Non perdere nessuna notizia, riceverai tutti gli aggiornamenti nella tua casella

Condividi con un amico