In sovrappeso o obesi a 2-3 anni? Elevato rischio di sindrome cardiometabolica da grandi

I bambini in sovrappeso o obesi all'età di 2-3 anni e a 6-7 anni sono significativamente più propensi, rispetto ai bambini in salute, a mostrare fattori di rischio cardiometabolico a 11-12 anni.

I bambini in sovrappeso o obesi all’età di 2-3 anni e a 6-7 anni sono significativamente più propensi, rispetto ai bambini in salute, a mostrare fattori di rischio cardiometabolico a 11-12 anni. Lo si evince da uno studio di popolazione condotto in Australia su oltre 5mila bambini e pubblicato su Pediatrics.

Precedenti studi sull’impatto dell’indice di massa corporea (IMC) infantile sulle malattie cardiovascolari hanno utilizzato una singola misurazione dell’IMC, ha scritto Kate Lycett, della Deakin University, Victoria, Australia, e colleghi. “Questo trascura i notevoli cambiamenti fisiologici dell’IMC durante l’infanzia come parte della crescita tipica”.

Nello studio i ricercatori hanno esaminato il sovrappeso e l’obesità in cinque momenti temporali in una coorte di 5.107 neonati misurando l’IMC ogni 2 anni tra l’età di 2-3 anni e 10-11 anni.

Nel complesso, i bambini con traiettorie di IMC costantemente elevate dall’età di 3 anni avevano il più alto rischio di sindrome metabolica. All’età di 6-7 anni, i bambini in sovrappeso e quelli obesi avevano, rispettivamente, punteggi di rischio di sindrome metabolica più alti di 0,23 e 0,76 unità di deviazione standard media (SD), rispetto ai bambini in salute; queste associazioni sono approssimativamente raddoppiate a 11-12 anni.

Inoltre, i bambini obesi avevano una velocità d’onda d’impulso (PWV) più alta dall’età di 6-7 anni (0,64-0,73 unità di deviazione standard) e uno spessore intima-media carotidea leggermente più alto (cIMT) a tutte le età misurate, rispetto ai bambini in buona salute (0,20-0,30 unità di deviazione standard).
I risultati sono stati limitati da diversi fattori, tra cui l’incapacità di valutare gli effetti del BMI sulle effettive malattie cardiovascolari a causa della giovane età della popolazione dello studio.

Tuttavia, i “risultati sono in linea con gli studi precedenti, ma forniscono ulteriori importanti spunti che suggeriscono che l’IMC già dai 2 ai 3 anni di età sia predittivo dei fenotipi cardiometabolici preclinici da 11 a 12 anni”, ha detto Lycett. I risultati hanno implicazioni per la salute pubblica, evidenziando gli effetti subclinici dell’obesità nell’infanzia e l’importanza dell’intervento precoce, hanno concluso i ricercatori.

“Questo studio importante e completo ha due importanti implicazioni: primo, l’IMC alto per l’età 2 a 3 tende a rimanere alto, e secondo, l’IMC normale aumenta occasionalmente ad alto, ma il contrario è raramente vero,” Sarah Armstrong,  Jennifer S. Li, MD, e Asheley C. Skinner, PhD, hanno scritto in un editoriale di accompagnamento (Pediatrics. 2020 Jul 6. doi: 10.1542/peds.2020-1353).

La scoperta che i bambini obesi all’età di 3 anni mostravano marcatori significativi di malattia aterosclerotica silenziosa all’età di 11 anni è stata “sorprendente”, hanno notato gli editorialisti, che sono affiliati alla Duke University, Durham, N.C.

“Un importante avvertimento è che, sebbene le relazioni fossero significative, la quantità di varianza attribuibile direttamente all’IMC infantile era piccola”, il che evidenzia il complesso rapporto tra obesità e salute, hanno notato.

“L’obesità precoce è improbabile che cambi e, se persiste, porterà a precursori rilevabili dell’aterosclerosi nel momento in cui un bambino entra nella scuola media”, e i genitori e i fornitori di cure primarie hanno l’opportunità di “appiattire la curva” affrontando gli aumenti dell’IMC all’inizio della vita per ritardare o prevenire l’obesità, hanno concluso i redattori.

Lycett K et al. Pediatrics. 2020 Jul 6. doi: 10.1542/peds.2019-3666.

Fonte: Pharmastar  

fonte:

Pharmastar

FAND Milano

L'associazione diabetici che è sempre al tuo fianco...

Le Ultime Notizie

Gli Ultimi Eventi

Seguici su Facebook

This message is only visible to admins:
Unable to display Facebook posts

Error: Error validating access token: The session has been invalidated because the user changed their password or Facebook has changed the session for security reasons.
Type: OAuthException
Code: 190
Subcode: 460
Click here to Troubleshoot.

Iscriviti alla Newsletter

Non perdere nessuna notizia, riceverai tutti gli aggiornamenti nella tua casella

Condividi con un amico