Più ricoveri e malattie mentali per i pazienti con diabete di tipo 2 prima dei 40 anni

I pazienti con diabete di tipo 2 a insorgenza giovanile, con esordio prima dei 40 anni di età, sembra siano soggetti a più frequenti ricoveri e a un notevole onere di malattia mentale.

I pazienti con diabete di tipo 2 a insorgenza giovanile, con esordio prima dei 40 anni di età, sono soggetti a più frequenti ricoveri e a un notevole onere di malattia mentale, secondo i dati pubblicati su Annals of Internal Medicine. «Il diabete di tipo 2 a insorgenza giovanile è un fenotipo eterogeneo e aggressivo della malattia associato a un aumentato rischio di morte e a complicanze rispetto al diabete di tipo 2 a insorgenza più tardiva. Purtroppo, la prevalenza della forma giovanile della malattia sta aumentando rapidamente» afferma Calvin Ke, della Chinese University of Hong Kong e del Prince of Wales Hospital, Cina, che ha diretto il gruppo di lavoro. I ricercatori hanno valutato se questo tipo di diabete fosse associato anche a maggiori tassi di ricovero, hanno studiato i giorni di ricovero per tutte le cause e per patologia specifica di una coorte basata sulla popolazione e di una coorte basata su un registro di pazienti con diabete, per un totale di 443.794 pazienti di età compresa tra 20 e 75 anni a Hong Kong.

Ebbene, i tassi di ricovero ospedaliero per età sono risultati più alti tra i pazienti con diabete di tipo 2 a insorgenza giovanile. Per i pazienti nella coorte del registro con diabete a insorgenza giovanile, più di un terzo (36,8%) dei giorni di ricovero prima dei 40 anni era dovuto a malattia mentale. L’analisi ha mostrato comunque che i pazienti con diabete di tipo 2 a insorgenza giovanile avevano tassi di ricovero più elevati per tutte le cause, malattia renale, diabete, sintomi cardiovascolari e infezione. «Questo ampio studio evidenzia l’evoluzione del ricovero ospedaliero durante il lungo corso del diabete di tipo 2 a insorgenza giovanile, con un carico eccessivo di gravi malattie mentali nella prima età adulta e complicazioni renali e cardiache più tardi nella vita. Questo costoso onere è un invito urgente a politici, pagatori, pazienti e operatori sanitari a prendere provvedimenti e ad affrontare questo bisogno insoddisfatto» scrivono gli autori. In conclusione, secondo i ricercatori, sarà necessario un sistema integrato per identificare i pazienti con diabete di tipo 2 a insorgenza giovanile per una valutazione completa della salute fisica e psicologica, seguita dall’ottimizzazione dei fattori di rischio cardiometabolico e da un’assistenza personalizzata per migliorare la qualità della vita e ridurre gli effetti delle complicanze a lungo termine per i pazienti, le loro famiglie, i datori di lavoro e il sistema sanitario.

Ann Intern Med. 2019. doi: 10.7326/M18-1900
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30641547

fonte:

DOCTOR33

FAND Milano

L'associazione diabetici che è sempre al tuo fianco...

Le Ultime Notizie

Gli Ultimi Eventi

Seguici su Facebook

Carica altri ...

Iscriviti alla Newsletter

Non perdere nessuna notizia, riceverai tutti gli aggiornamenti nella tua casella

Condividi con un amico